Il modello del “Benessere Aziendale” secondo Marzotto.

Su progetto dell’architetto Francesco Bonfanti, sulla riva sinistra del fiume Agno, vennero costruite abitazioni, asili e case di maternità, orfanotrofi, scuole materne e case di riposo, impianti sportivi e palestre, una piscina olimpica e un teatro da duemila posti. Non mancarono istituti tecnici, scuole di musica e un dopolavoro ricreativo e sportivo. Marzotto provvide anche ai soggiorni climatici, estivi ed invernali, per i dipendenti e le loro famiglie. Da ricordare che il primo nido-scuola materna lo costruì Gaetano Senior nel 1866 per le donne che lavoravano da lui, mentre la prima accoglienza per donne troppo anziane per lavorare l’ha invece creata suo figlio Vittorio Emanuele verso la fine dello stesso secolo. Ed è questo straordinario patrimonio progettuale e immobiliare una cui parte ancora oggi la Fondazione Marzotto cura e gestisce nel nome della solidarietà sociale.