Sessant’anni di Fondazione.

Lo sguardo verso l’orizzonte, con i piedi ben piantati in terra. Un’immagine che potrebbe attagliarsi ad un grande albero secolare, che resiste alle intemperie e che fra le sue fronde ospita un mondo di creature di diverse specie. Un albero che protegge con i suoi rami dal sole o dalla pioggia il viandante o il contadino, che vi trova rifugio e sosta dopo le ore di lavoro.

Questa l’immagine di un forte che difende i deboli e che sa usare la propria forza con generosità per il bene comune. E questa è anche l’immagine che ricorda la figura di un uomo come Gaetano Marzotto, che ha saputo impiegare le proprie risorse per aiutare gli altri: la gente della sua terra, Valdagno e il Veneto prima di tutto, ma che ha poi saputo diffondere questa sua generosa filosofia anche in Lombardia. Oltre alla fabbrica, c’è di più.